Siti
Navigare Facile

Gli Antibiotici

La Penicillina e la Scoperta degli Antibiotici

Quando i batteri patogeni hanno infettato un corpo si ricorre agli antibiotici, potentissimi battericidi che uccidono i batteri (battercidi) o ne inibiscono la moltiplicazione (batteriostatici).

Gli antibiotici sono farmaci piuttosto recenti, essendo stati diffusi solo nel corso nel Novecento e precisamente nel 1928, per merito delle ricerche di Fleming, Premio Nobel per la medicina scopritore della penicillina.

Lo scienziato britannico not˛ come il penicellium notatum, una specie di fungo, svolgesse una naturale funzione battericida e da tale scoperta, peraltro in parte casuale, comprese la possibilitÓ di ricorrere a sostanze naturali in grado di distruggere i batteri o bloccarne lo sviluppo.

Nel 1940 lo scienziato berlinese Chain e l'australiano Florey riuscirono ad isolare la sostanza che si rivel˛ essenziale nel combattere i batteri ed in particolare lo streptococco, i batteri dalla forma sferica responsabili di malattie diffuse come la polmonite, la tonsillite, la scarlattina e l'otite.

Le penicilline sono state successivamente prodotte in modo industriale, hanno salvato tantissime vite e spalancato le porte alle ricerche sui nuovi farmaci chiamati antibiotici, eccezionali per le loro proprietÓ curative in caso di malattie infettive, ma ai quali ricorrere con parsimonia in virt¨ degli effetti collaterali e della notevole capacitÓ d'adattamento dei batteri che operano rapide mutazioni per resistere a tali medicinali.